Antonella Bellutti

Nata a Bolzano, nel ‘68 è Oro, nel ciclismo su pista, ai Giochi Olimpici di Atlanta 1996 e Sydney 2000.

Ha stabilito due record mondiali e un record olimpico sui 3 km. Nel suo palmares, quattro Coppe del Mondo, un Campionato Europeo, 16 titoli italiani.

Nel 2006 è arrivata settima ai Giochi Olimpici di Salt Lake City nel Bob a 2.

Oggi conferenziera, formatrice, scialpinista freerider, MTBiker, climber, ma anche chef di cucina vegana e proprietaria di una Locanda in Trentino.

Antonella Bellutti è laureata in scienze motorie, preparatrice atletica, manager sportiva e, per tre anni in Giunta CONI; accanto alle sue passioni e al suo lavoro, speaker, testimonial e docente in corsi di alta formazione.

Nel 2017 pubblica il Libro “La vita è come andare in bicicletta- autobiografia alimentare di una vegatleta” Ed. Sonda.

Nel 2018 partecipa a TEDx Trento con il talk :»Il llimite ignoto»

Nel 2019 riceve l’incarico di Ambasciatrice Italiana in seno alla Settimana Europea per lo sport Ewos2019: Designazione a carico dell’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Josefa Idem

Josefa Idem, nata in Germania il 23.09.1964 comincia la sua carriera canoistica-sportiva nel 1976 a Hamm in Westfalia.

È Olimpionica, cinque volte campionessa mondiale e ha partecipato a otto edizioni olimpiche (dal 1984 al 2012).

Dal 2001 al 2007 ha rivestito il ruolo di Assessora allo Sport nella città di Ravenna ed è stata Senatrice della Repubblica dal 2013 al 2018.

Dottoressa in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, si è laureata con una tesi dal titolo “L’autobiografia come metodo formativo”. È coordinatrice organizzativa e didattica dell’SGS ACADEMY dell’Area Psicologica del Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ruolo in cui si occupa della facilitazione di apprendimenti nella formazione interna del settore giovanile.

Nella sua attività di formatrice accompagna e facilita processi di cambiamento.

Ha scritto due autobiografie, Controcorrente, edito dalla Sperling&Kupfer nel 2006 e Partiamo dalla fine, edito dalla Mondadori nel 2013.

È stata insignita nel 2000 del titolo Commendatrice della Repubblica e nel 2008 del titolo Grand’Ufficiale della Repubblica.

Luisa Betti Dakli

Giornalista professionista esperta diritti umani, dirige il network DonnexDiritti e scrive per la 27esimaora del Corriere della sera. È nella Commissione Pari opportunità dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio in qualità di esperta dove cura la formazione di genere, e nella Cpo del sindacato dei giornalisti del Lazio, Stampa Romana. Si occupa di narrazione del femminicidio nell’informazione in tv, su carta stampata e web, con una vasta produzione teorica e con docenze, consulenze e partecipando a numerose conferenze istituzionali e internazionali in qualità di speaker. Ha recentemente pubblicato un manuale per una corretta narrazione della violenza sulle donne nell’informazione, “Stop violenza: le parole per dirlo” con il saggio “Uccisa due volte. La responsabilità dei giornali” e il libro “I nostri corpi come anticorpi” con il saggio “Sovranismo all’attacco: prima le donne e i bambini”. Tiene come docente seminari, giornate di studio e corsi di formazione per giornalisti, avvocati, magistrati e operatrici dei centri antiviolenza.

Francesca Faedi

Francesca Faedi è una scienziata astrofisica di livello internazionale ed è tra le poche persone al mondo che si occupa di pianeti intorno a “nane bianche”. La scienziata marchigiana ha scoperto oltre 60 pianeti ed ha all’attivo ventotto pubblicazioni con il Premio Nobel per la Scienza 2019 Didier Queloz.

Rientrata nel 2017 dopo una importante esperienza in Inghilterra, ha conseguito numerosi risultati in particolare nella gestione e la responsabilità del Progetto Super Wasp  (Wide Angle Search for Planets) che al momento è l’ambito di ricerca grazie al quale sono stati rilevati più pianeti in assoluto. Tra i successi che l’hanno consacrata nel gotha dell’astrofisica mondiale, la scoperta insieme ai un team internazionale del nuovo pianeta K2-229b, e la partecipazione all’organizzazione di una nuova missione spaziale dell’Esa che si chiama Plato (installazione di 24 telescopi che verranno portati in orbita per scoprire nuovi pianeti di tipo terrestre e piccoli e vicini alla terra).

Francesca Faedi è impegnata attivamente per la promozione della presenza di un maggior numero di donne nelle cosiddette materie STEM ossia relative a Science, Technology, Engineering and Mathematics.

E’ impegnata in varie azioni divulgative, volte a favorire ed accelerare un cambiamento culturale che in ambito scientifico favorisca le pari opportunità e l’abbattimento di stereotipi.

Francesca Vitali

Francesca Vitali è psicologa e Ricercatrice presso l’Università di Verona, dove insegna Psicologia dello sport, dell’esercizio fisico e dell’organizzazione. Gli studi di genere sono uno dei suoi principali temi di ricerca. È Past President Nazionale dell’Associazione Italiana di Psicologia dello Sport e dell’esercizio (AIPS). Dal 2017 è responsabile del Centro Studi e dei rapporti con le Università per Assist – Associazione Nazionale Atlete. Nel 2009 ha pubblicato il libro “I luoghi della partecipazione. Una ricerca su donne, lavoro e politica” (FrancoAngeli Editore).

Giorgia Serughetti

Giorgia Serughetti è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano-Bicocca, si occupa di genere e teoria politica, con particolare attenzione ai temi: prostituzione, migrazioni e tratta, violenza contro le donne. Dal 2007 collabora inoltre come ricercatrice e project manager con enti pubblici e del privato sociale, in particolare l’Associazione Parsec (Roma) e Open Society Foundations (Europa). Svolge attività di formatrice su temi: violenza di genere, tratta, migrazioni, comunicazione corretta. Ha pubblicato, oltre ad articoli su rivista e contributi in volumi collettivi, i libri: Libere tutte. Dall’aborto al velo, donne del nuovo millennio (con C. D’Elia, 2017); Uomini che pagano le donne: Dalla strada al web, i clienti nel mercato del sesso contemporaneo (2013); Chiedo Asilo: essere rifugiato in Italia (con M. Calloni e S. Marras 2012); Consumatori di normalità. Giovani e droghe al tempo della crisi (con C. Cippitelli, P. Inserra e L. Giacomello, 2013).

Laura Onofri

Laura Onofri, laureata in legge, si occupa da sempre delle politiche di parità e non discriminazione, in particolar modo nei luoghi di lavoro.

Dal 2010 componente della Commissione regionale del Piemonte sulle Pari Opportunità e del Tavolo “Più donne nei cda e nelle posizioni apicali”, costituito nel 2013 per promuovere azioni che facilitino l’accesso alle donne ai ruoli di vertice.

E’ fondatrice del Comitato di Torino di SeNonOraQuando? ed attualmente ne è la Presidente.Socia dell’associazione “LOFFICINA” che si occupa dell’analisi e della denuncia degli stereotipi di genere nella comunicazione.

Componente del  Comitato “Firma con noi”Promotore della proposta di legge regionale di iniziativa popolare sull’Istituzione del Centri antiviolenza con case segrete.

Collabora con Amnesty International con cui ha realizzato programmi di sensibilizzazione

Ha partecipato in qualità di relatrice  e ha contribuito ad organizzare  numerosissimi convegni, incontri, iniziative, seminari e tavole rotonde, corsi di formazione promossi da: Comitato Pari Opportunità della Regione Piemonte, Tavolo Più Donne nei cda, Ordine dei Giornalisti di Torino Ordine degli Avvocati di Torino, Camera Minorile,  Comune di Torino,  Cirsde, Università degli studi di Torino e di Padova,  Amnesty International, SeNonOraQuando? Torino,  Enti ed Associazioni sui temi  della Cultura di parità in tutti i suoi aspetti, di Diritti umani  e  Pari Opportunità  fra uomo e donna e del contrasto ad ogni forma di discriminazione, mobbing e diritto del lavoro, molestie sessuali, psicologiche e morali sui luoghi di lavoro.

Flavia Perina

Flavia Perina è una giornalista italiana, tra le prime donne a dirigere un quotidiano nazionale (Il Secolo d’Italia) e a co-dirigere un’agenzia di stampa (AdnKronos). E’  attiva da sempre nella promozione delle pari opportunità e nell’analisi del gender gap in Italia, al quale ha dedicato il saggio “Senza una donna – Un dialogo su potere, diritti e famiglia nel Paese più maschilista d’Europa” (Add editore). Oggi è editorialista de La Stampa e scrive sulla testata online Linkiesta. Si è occupata di diritti e diseguaglianze anche nella sua esperienza parlamentare, tra il 2006 e il 2013, sostenendo campagne per l’inclusione e partecipando alle mobilitazioni di Se Non Ora Quando.